MASSAGGIO ANTISTRESS

La principale finalità di questo massaggio è il recupero della percezione di se stessi. Il massaggiatore aiuta il paziente a rientrare nel proprio corpo, a rimparare a sentire il corpo nel tempo presente (qui e ora) che è il tempo del rilassamento, del rallentamento dei ritmi, del percepire finalmente sé stessi in ogni parte del corpo, in ogni muscolo, in ogni tessuto.


Un massaggio ben fatto corrisponde a 4-5 ore di sonno profondo.


Il Massaggio Rilassante Antistress non è standardizzato ma si adatta alle necessità della persona in quella determinata seduta. È indagine atta a scoprire cosa fa bene alla persona in quel momento, condurla al rilassamento ed al recupero del benessere fisico e psichico.Il fine più importante del massaggio è dare consapevolezza. Nel massaggio la persona diviene consapevole delle proprie tensioni, dei propri limiti e delle proprie potenzialità di migliorare il proprio stato di salute coadiuvata dalle mani sapienti del Massaggiatore. È una occasione di crescita.
Grazie al massaggio il nostro organismo, se stimolato appropriatamente e in assenza di interferenze, produce in autonomia alcune sostanze curative di cui ha bisogno come analgesici, ansiolitici, endorfine che migliorano l’umore e lo stato di salute generale.

I benefici del Massaggio Antistress

Come abbiamo visto il Massaggio Rilassante Antistress ci permette di raggiungere due fasi molto importanti per il mantenimento o il recupero dello stato di salute: il rilassamento e la consapevolezza.A questo vanno aggiunti gli indiscussi effetti meccanici del massaggio, di tutti i massaggi, che vanno dalla mobilizzazione dei liquidi (circolo linfatico e sanguigno) al rilassamento muscolare, riduzione delle aderenze, ecc. Possiamo quindi sintetizzare gli obiettivi e i benefici del massaggio rilassante antistress:

 

  • Favorire un più rapido recupero dello stato di salute
  • Impedire cronicizzazione delle malattie da stress
  • Accrescere conoscenza e consapevolezza in se stessi migliorando l’umore
  • Attenuazione dei segnali di tensione (dolori da contratture, spasmi muscolari, crampi, ansia, insicurezza, mal di schiena, mal di testa, ecc.)
  • Potenziamento del sistema immunitario, migliorando la circolazione linfatica
  • Miglioramento della circolazione sanguigna, favorendo lo scambio cellulare con conseguente eliminazione delle tossine e apporto di nuove sostanze nutritizie
  • Miglioramento del trofismo (tonicità) della pelle che attraverso l’eliminazione delle cellule morte ed il nutrimento con gli oli da massaggio risulterà più tonica e vellutata
  • Aumentata sensazione di benessere generale dovuta al fatto di sentirsi accarezzati e coccolati
  • Aumentata fiducia nelle proprie capacità di controllo dello stress e delle sue cause ed effetti con conseguente azione positiva sulle sensazioni di passività, insicurezza e impotenza

MASSAGGIO
ANTICELLULITE E BENIFICI

Il Massaggio circolatorio e anticellulite è un massaggio con finalità estetiche, volto a mantenere l’elasticità dei tessuti e a prevenire l’invecchiamento.

Le manovre vengono eseguite in modo da favorire il ritorno sanguigno, venoso e linfatico.

Agisce sulle terminazioni nervose provocando il riscaldamento della muscolatura e facilitando, così, la mobilizzazione dei depositi adiposi sottocutanei.

Oltre che essere un massaggio molto efficace, è anche molto piacevole, in quanto non prevede manovre molto dolorose o particolarmente aggressive.

 

Questa pratica ha lo scopo principale di aiutare il ritorno venoso del sangue.Viene infatti eseguita seguendo il percorso delle vene (non delle arterie),dalla periferia del corpo al cuore.

Velocizza il flusso sanguigno, in modo da far arrivare più prontamente il nutrimento alle cellule e a liberarle, nello stesso tempo, dalle scorie.

 

Aiuta poi il riassorbimento di liquidi:il sangue è stimolato a scorrere più in superficie e più velocemente, per tanto i vasi, entrando in contatto con i tessuti in cui c’è accumulo di liquidi, li assorbono e li allontanano, indirizzandoli verso i reni.Questa è la spiegazione del perchè, dopo una seduta di massaggio circolatorio, si ha subito stimolata la diuresi.

 

La tecnica

E’ un massaggio molto rilassante in quanto stimola anche le terminazioni nervose e ha un effetto anestetizzante.

 

E’ composto di molte manovre, ma principalmente si basa sull’impastamento, una manualità che agisce sul sottocute, smobilizzando gli accumuli adiposi e sui vari tipi di sfioramento, che indirizzano il sangue a scorrere nella giusta direzione.

 

Ha effetti benefici sulle cellule in quanto sono più ossigenate e detossinante, migliorando anche l’aspetto della pelle, e inoltre tende a rinforzare le pareti dei capillari abituandoli a sopportare un maggior afflusso di sangue.

 

Spesso per il massaggio circolatorio si usa un olio neutro, ma talvolta può essere utile applicare degli oli essenziali,o magari fiale concentrate che penetreranno con più facilità.

 

MASSAGGIO
LINFODRENANTE

Questo massaggio ha lo scopo di sbloccare e far fluire nei canali la linfa che è presente nel nostro corpo, la quale viaggia parallelamente al sangue, e che ha l’importante funzione di purificare dei tessuti.

 

La linfa attraversa il corpo passando per i cosiddetti linfonodi, cioè i filtri che, grazie all’azione dei linfociti, difendono l’organismo. Le manovre effettuate dalle mani del massaggiatore hanno quindi lo scopo di sbloccare gli eventuali nodi e offrire sollievo ai tessuti, “pulendoli” dalle scorie in eccesso.

 

I BENEFICI DEL MASSAGGIO LINFODRENANTE

 

Il linfodrenaggio ha un effetto analgesico, alleviando il dolore  e agendo direttamente sul sistema parasimpatico. Inoltre, utilizzando alcuni accorgimenti durante il trattamento, come usare di una pressione adeguata e far restare il soggetto disteso a riposo per circa 30 minuti alla fine, si ottengono benefici fisici a 360 gradi.


Il Vodder è il metodo di applicazione più conosciuto in ambito di linfodrenaggio e può essere praticato non solo dai medici e fisioterapisti ma anche da estetiste (in centri specializzati). Viene chiamato anche linfodrenaggio manuale e viene effettuato senza l’aiuto né di oli né di creme in quanto le manovre di scorrimento non sono previste, mentre sono effettuate solo quelle di pressione e di “pompaggio”. A tali manovre vengono alternate delle pause per rilassare ulteriormente i tessuti.

Venne ideato da un medico danese, Emil Vodder che insieme a sua moglie Estrid presentò questa tecnica ad un congresso di medicina a Parigi nel 1936.


Da quasi ottant’anni il linfodrenaggio Vodder viene utilizzato in tutto il mondo ed è apprezzato in molti campi, come metodo anti cellulite e come manovra fisioterapica che consente di migliorare notevolmente l’aspetto della pelle e la salute generale.

 

 

Share by: